Come trasferirsi in America: informazioni utili su visto, casa e lavoro

8 Dicembre 2020
 Una domanda ricorrente che molti di voi mi pongono è:
come trasferirsi in America?
Ho collezionato una lista di domande che mi fate sui vari social,
soprattutto su  Instagram
In questo articolo troverete informazioni riguardo questa tematica cara a molti.

Nel corso degli anni in tantissimi mi avete domandato quale sia il modo migliore per trasferirsi in America, proverò a rispondere alla maggior parte di questi quesiti nel modo più dettagliato possibile. Ci tengo a precisare che ogni situazione è a sé e che il discorso visti negli USA è una questione molto complessa.

Questo articolo vuole essere solo informativo, se interessati vi consiglio di contattare uno studio legale e/o Visa Passport

Partiamo dalla cosa più importante da sapere: per trasferirsi negli Stati Uniti serve un visto! Sembra scontato ma in realtà non lo è.

Ho da poco iniziato una collaborazione con Visa Passport, un’ Agenzia Visti specializzata nel supporto per la richiesta e l’ottenimento di Visti su Passaporti. Accreditata presso tutti i consolati dei Paesi Stranieri presenti sul territorio italiano, con cui vanta consolidati rapporti fiduciari.

Richiedi il tuo visto online ed informazione cliccando qui.
Come trasferirsi in America

Come trasferirsi in America: come prendere il visto?

Inizierei facendo una distinzione tra ESTA e visto.

L’Esta è un “sistema elettronico di autorizzazione al viaggio” che viene rilasciato ai residenti di 36 paesi tramite una richiesta online. Dal 2009 chiunque viaggi in territorio americano senza visto ha bisogno dell’Esta che ha una validità massima di 2 anni (rinnovabile alla scadenza) e ti permette di rimanere legalmente in territorio americano per non più di 90 giorni.

Vi lascio questo articolo che spiega esattamente come ottenere l’ESTA per fare un viaggio negli Stati Uniti.

Il visto invece, vi permette di rimanere in territorio americano più di 90 giorni con una durata che va in base al tipo di visto di cui si è in possesso.

Ecco una  lista di visti che abbiamo approfondito nel Blog con rispettiva intervista ad italiani che sono riusciti ad ottenere quel visto specifico. I visti coperti sono stati: J1, L1, E2, I, O1, F1,M1.

Abbiamo parlato anche della tanto desiderata Carta Verde, approfondimenti in questo articolo.

 

Come trasferirsi in America: differenza tra i visti

Il tipo di visto da ottenere è definito dalla legge sull’immigrazione degli Stati Uniti e si riferisce allo scopo del tuo viaggio.
Esistono due categorie principali di visti per gli Stati Uniti:
Non immigrant visas
-Immigrant visas per vivere permanentemente negli Stati Uniti

Ecco i visti di cui abbiamo parlato sul Blog e YouTube:

1) Visto J1 :  è un permesso di lavoro sponsorizzato da un’azienda, che vincola il candidato all’ente per la durata del contratto, non superiore ai 18 mesi. Studenti, professori, ricercatori e stagisti sono le principali categorie che possono fare richiesta di questo visto.
2) Visto L1: il visto L-1 fa parte della categoria dedicata ai lavori temporanei che comprende H, L, O, P, Q, R. Per questo tipo di visto, può fare domanda un dipendente di un’azienda italiana con succursale sul suolo americano che detiene un ruolo manageriale o è in possesso di una certa esperienza. Il candidato può ottenere il trasferimento negli Stati Uniti, solo dopo aver ottenuto il visto e in seguito al licenziamento dalla sede italiana.
3) Visto E2: il visto E2 è richiesto da investitori italiani che siano interessati a investire un’ingente somma di denaro per gestire un’attività sul suolo americano.
4) Visto I: permette a professionisti nel mondo dei media che operano per una redazione o una testata italiana, di lavorare sul suolo americano.
5) Visto O1:  l’O1 è conosciuto anche come visto artistico ed è un permesso di lavoro per persone che hanno eccelso nel proprio campo. Le categorie coinvolte sono molteplici dalle scienze alle arti, dal commercio allo sport e la condizione necessaria è dimostrare di distinguersi nel proprio settore rispetto ad altri candidati. I professionisti che possono richiedere questo visto sono ad esempio cuochi, stilisti, parrucchieri, scrittori, scienziati, cantanti, attori, fotografi o ricercatori.
6) Visto F: Il visto F1 viene richiesto se si vogliono proseguire gli studi in USA
7) Visto M1:Il visto M-1 è un visto richiesto per motivi di studio  per studi non-accademici o professionali come ad esempio per corsi di formazione (es. recitazione, cucina ecc…)

Per la lista completa dei visti consultate la sezione visti sul Blog.
come trasferirsi in America

Come trasferirsi in America: da dove cominciare?

Cominciate dal chiedervi: perchè voglio trasferirmi?

Per motivi di studio, per un trasferimento lavorativo, per imparare la lingua, per aprire un’attività, per fare un’esperienza all’estero?

I motivi potrebbero essere infiniti, una volta che avrete ben chiaro tutto ciò, potrete iniziare a programmare il vostro trasferimento e richiedere il visto adatto.

Lo step successivo è quello di capire se volete fare tutto da soli o se preferite assumere una compagnia professionale che vi aiuti con le pratiche per il visto e tutta la parte legale. Consiglio di dare un’occhiata a Visa Passport,  e richiedere il vostro visto online e/o informazioni cliccando qui.

Una volta che avrete la certezza di partire, potrete iniziare ad informarvi sul quartiere migliore dove alloggiare o il più adatto a voi. Nel caso specifico di New York, la cosa migliore sarebbe quella di arrivare con una prenotazione in hotel/airbnb per un paio di settimane durante le quali potrete cercare casa. A meno che non abbiate contatti, nessuno vi lascia casa senza una cauzione o pagamento in full, attenzione agli scam (truffe)!

Per sapere di più su Airbnb, vi lascio il link ad un articolo scritto sul Blog dove poter trovare dettagli ed un codice sconto per i nuovi iscritti.

CERCARE CASA

Trovare casa potrebbe diventare il vostro peggiore incubo, respirate e siate pazienti. Soprattutto se non avete ancora il “credit history” (il credito/voto per la vostra affidabilità come cittadino pagante), negli Stati Uniti può diventare davvero complicato ed estenuante affittare un appartamento.

Spesso vengono chiesti almeno 3 mesi di affitto (deposito, primo mese ed eventuale fee per il broker) ed un garante se non riescono a determinare le vostre capacità economiche. Esempio: se il costo mensile di un appartamento è di 2000$, dovrete assicurarvi di averne almeno 6000$.

Alcuni siti che vi potrebbero tornare utili:
Zillow e StreetEasy per case in vendita ed affitto (per vedere i prezzi anche in base ai quartieri). App come Roomi o Airbnb invece vi servono per prenotare alloggi a breve termine spesso con coinquilino.

Altri siti:

Craigslist (state attenti agli scam!)
Zumper
ApartmentList
Apartments.com 
Rent.com

NYC
RentHop
Curbed.com

Ricordo anche di considerare il costo di un Real Estate Broker se vi serve aiuto per affittare e/o comprare.

TRASLOCO
Considerate bene i costi di un trasloco internazionale, tempi ed eventuali tasse/dazi. Consiglio di partire con il minimo indispensabile ed eventualmente fare spedizioni in un secondo momento.
ASSICURAZIONE SANITARIA

Per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria, potete arrivare in USA con un’assicurazione internazionale (stipulata già dall’Italia, vi lascerò maggiori dettagli in un articolo dedicato nel Blog) a breve periodo ed una volta arrivati sul suolo americano potrete considerare di farne una americana. Alcuni nomi: health first, united healthcare, cigna, aetna.In un paragrafo qua sotto vi lascio un’intervista ad un’infermiera italiana che vive e lavora a Brooklyn.

NOTA: gli studenti avranno un’assicurazione sanitaria inclusa nella retta con la scuola scelta, stessa cosa solitamente vale per chi decide di fare esperienze come au-pair. Anche chi si sposta per lavoro probabilmente avrà un’assicurazione sanitaria tra i benefits inclusa nel contratto.

come trasferirsi in America

 

Come trasferirsi in America: budget minimo 

Non è facile darvi una cifra esatta perchè come potete immaginare il budget dipende da molti fattori:
-L’appartamento che sceglierete, se condiviso o meno ed in che quartiere si trova(la zona fara’ la differenza)
-Il tipo di vita che vi piace condurre
-Se siete persone che mangiano maggiormente a casa cucinando, sfruttando la delivery o se preferite mangiare fuori
-Vizi. Esempio, il costo di un pacchetto di sigarette parte da 11/12$ a New York mentre in Alabama da 3$

Vi lascio in successione due video dove parlo a grandi linee di costi anche in base alla mia esperienza di vita nella Grande Mela e l’esperienza di Gaia, una ragazza che ha fatto un viaggio a New York durato quasi 3 mesi:

 

Come trasferirsi in America: assistenza sanitaria

Il tema assicurazione sanitaria è molto complesso e ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione, verrà approfondito nel Blog, in un articolo dedicato.

Per il momento ho chiesto ad una persona più esperta di me di darci qualche informazione in più, ecco la storia e i consigli di Rosie infermiera siciliana che vive e lavora a Brooklyn:

 

Come trasferirsi in America: altre domande

  • Come si prende il visto per guida turistica?
    Non esistono visti specifici per diventare guida turistica autorizzata, per fare la richiesta del patentino bisogna essere in possesso di un visto lavorativo (anche come sposa/o di una persona che possiede già un visto) nonché in possesso di Social Security e EAD
  • Il patentino da guida italiano vale?
    No non vale nessun patentino che non sia quello ottenuto a New York
  • I lavoretti per studenti si trovano con facilità?
    Qualsiasi lavoro legale ha bisogno di un visto, gli studenti possono lavorare se il loro tipo di visto lo permette. Consiglio di controllare la sezione sui visti M e F.
  • Come trovare lavoro?
    Una volta ottenuto il visto potete consultare dozzine di siti che avevo nominato in questo articolo scritto su ‘come trovare lavoro a New York’
  • Servono documenti oltre al passaporto, carta d’identità e visto?
    Si, una volta ottenuto il visto (sempre in base al tipo di visto richiesto) potreste dover richiedere l’EAD (Employement Authorization Document) la card per poter lavorare legalmente, rinnovabile ogni anno/anno e mezzo ed avrete bisogno nella maggior parte dei casi del SSN (Social Security Number). Il Social Security e’ una specie di equivalente di un codice fiscale che in USA identifica ciascun individuo. La differenza principale e’ che è privatissimo e si può condividere solo con pochi enti (es. datore lavoro, banca). E’ il documento più importante di cui sarete mai in possesso che vi permetterà di ottenere finanziamenti, acquistare una macchina ecc…
  • Non essere in possesso di green card quanto influenza azienda x assunzione?
    Io direi moltissimo, se ci pensate, perche’ dovrebbero scegliere ed investire su di voi (tempo e denaro) quando hanno la possibilità di assumere chi e’ già in possesso di carta verde o cittadinanza?
    Dovreste dimostrare che avete delle qualità che non troverebbero in altri candidati e questo si collega anche alla richiesta del Visto 1.
  • Per ingegneri italiani è possibile vivere e lavorare li esercitando la professione. Bisogna sostenere degli esami integrativi
  • Arruolarsi nell’esercito? devi avere almeno la Green card o essere cittadino?
    Essere cittadino
  • Chi fa pugilato ha possibilità?
    Potrebbe ottenere un visto per meriti sportivi, ti consiglio di guardare il video su YouTube dove intervisto Andrea Galbiati, campione italiano di pugilato. Ci parla di come ha ottenuto la carta verde per meriti sportivi.
  • Posso essere sponsorizzato da un parente?
    Si tramite un genitore o fratello/sorella che sono già cittadini americani avrete la possibilità di richiedere la carta verde. Attenzione! le liste di attesa sono infinite, al momento si parla di 10-15 anni e non si può’ vivere in territorio americano nell’attesa.

 

Gli stati americani sono federali, ogni stato ha le proprie leggi e tassazione. Consiglio di documentarsi bene su questo tema prima di scegliere uno statodove trasferirsi.

Se vuoi richiedere il tuo visto online ed informazione puoi cliccare qui.

Ringrazio Visa Passport per la collaborazione.

Iscriviti alla newsletter