Visti per gli USA – Come ottenere il visto L-1

16 Novembre 2020

Tra i visti per gli USA, il visto L-1 fa parte della categoria dedicata ai lavori temporanei che comprende H, L, O, P, Q, R. Per questo tipo di visto, può fare domanda un dipendente di un’azienda italiana con succursale sul suolo americano che detiene un ruolo manageriale o è in possesso di una certa esperienza. Il candidato può ottenere il trasferimento negli Stati Uniti, solo dopo aver ottenuto il visto e in seguito al licenziamento dalla sede italiana.

 

In linea generale il visto si ottiene mediamente in tre mesi, ma in caso di intoppi nell’iter burocratico, i tempi si possono allungare. Come per altri visti per gli USA, ottenere una sponsorizzazione dall’azienda semplifica notevolmente la procedura di trasferimento. Al termine dell’articolo vi presentiamo la testimonianza di un ragazzo italiano che ha ottenuto il visto L-1.

Come ottenere il visto per gli USA: requisiti visto L-1

Come già anticipato nel paragrafo precedente, il visto L-1 può essere richiesto da lavoratori che operano per aziende presenti sul suolo americano. Rispetto ad altri visti per gli USA, l’azienda deve garantire che il dipendente selezionato, abbia lavorato per la società in maniera continuativa per almeno un anno negli ultimi tre anni. I tempi possono variare ulteriormente se l’azienda è già operativa negli Stati Uniti o deve ancora essere costituita. In questo ultimo caso, la proprietà deve garantire di aver trovato un’ubicazione sul territorio statunitense e di aver già pianificato il lavoro. Il visto L-1 non è definitivo può avere una durata da 1 a 3 anni in base alla società se è di recente istituzione o se ha già una sede negli Stati Uniti. I dirigenti possono ottenere un rinnovo fino ai 3 anni, mentre i dipendenti possono ottenere un prolungamento fino ai 5 anni.

 

Come ottenere il visto per gli USA: documenti per l’intervista

Dopo aver analizzato i requisiti fondamentali per richiedere il visto, vi elenchiamo i documenti necessari per inoltrare la domanda.

  • È necessario come nel caso di altri visti per gli USA, compilare online il modulo DS-160 al link oppure richiedere informazioni cliccando qui
  • È obbligatoria la registrazione al sito
  • Il pagamento della tassa consolare (MRV) che ricordiamo non viene rimborsata in nessun caso
  • Compilazione del modulo I-129S, petizione non immigrata basata sulla petizione generale L-1 a USCIS

Dopo aver inoltrato i documenti richiesti, vi verrà chiesto di prenotare un appuntamento e successivamente presentarsi all’ambasciata per effettuare l’intervista con i seguenti documenti:

  • la pagina di conferma del modulo DS-160
  • Un passaporto elettronico valido
  • Una fototessera per tutti coloro che fanno richiesta del visto, compresi i bambini
  • La ricevuta di pagamento della tariffa consolare (MRV) che ricordiamo non viene rimborsata in nessun caso
  • Il numero di ricevuta di approvazione della domanda del modulo I-129S

Se il visto L-1 è approvato dall’ambasciata il candidato riceverà sia il visto che il passaporto nel giro di un paio di giorni lavorativi. In caso di non approvazione il passaporto è riconsegnato alla fine dell’intervista, insieme a una lettera che spiega al candidato il motivo della scelta.

Come ottenere il visto per gli USA: costi visto L-1

Tra i visti per gli USA di categoria, il visto L-1 prevede innanzitutto il pagamento della tassa consolare come specificato in precedenza. Al candidato verrà chiesto inoltre di pagare la tassa antifrode di $ 500 alla sede del Consolato presso il quale è stata fatta la domanda.

Dal 19 dicembre 2019, una volta ottenuto il visto, ai candidati provenienti dall’Italia, è richiesto il pagamento della tassa di reciprocità. La quota è di $ 323 a persona e deve essere pagata presso la sede consolare. Ricordiamo come sempre che potete consultare la sezione dedicata ai visti per lavori temporanei al seguente link.

Non dimenticate che se siete interessati a prenotare una consulenza relativa ai visti, potete contattare New York City 4 All.

Vi lasciamo il link per consultare la sezione dedicata ai visti sul blog oltre al video dell’esperienza di Daniele:

 

Richiedi il tuo visto online ed informazione cliccando qui.

Iscriviti alla newsletter