10 cose da sapere per trasferirsi in USA, informazioni e consigli utili

10 Febbraio 2022

Chi non ha mai sognato di trasferirsi negli Stati Uniti e cambiare vita?

Tanti italiani ambiscono a lasciare il Bel Paese per raggiungere le coste degli States. Qualcuno sogna un futuro a stelle e strisce già da bambino, surfando a South Beach o camminando all’ombra dei grattacieli della Grande Mela. Per altri gli Stati Uniti rappresentano la nazione della svolta e delle opportunità, il paese dove tutto è possibile. Il paesaggio poi è un elemento di grande attrattiva. Dalle montagne del Colorado, ai laghi, alla natura selvaggia e il deserto, fino ad arrivare all’oceano e alle grandi metropoli. Non solo, gli Stati Uniti sono un melting pot di culture diverse, il luogo perfetto dove mixare le tradizioni d’origine e conoscere nuovi mondi. Le cose da sapere per trasferirsi in USA sono infinite ma partiamo dall’ABC: non è un percorso semplice. Servono la giusta dose di impegno e determinazione per compiere il primo passo e tanta pazienza!

Impossible is nothing quindi non arrenderti al primo ostacolo, piuttosto concentrati per raggiungere il tuo obiettivo! Scarica qui l’e-book con tutte le informazioni.

 

Trasferirsi in USA: informazioni utili per l’ingresso

La cosa più importante e da non sottovalutare è il visto! Per trasferirsi in USA serve un visto che autorizzi l’ingresso e la permanenza del cittadino straniero sul suolo americano. Bisogna fare una distinzione a priori fra visti temporanei, validi per un periodo di tempo stabilito e non immigrant o permanenti. A seconda che voi siate studenti, lavoratori o viaggiatori, esistono tipologie di visti specifici. Per esempio, se considerate la possibilità di studiare negli Stati Uniti, i visti di riferimento sono F o M. Al contrario, se siete turisti e avete in programma un viaggio negli States, è essenziale il visto B o l’Esta. Un discorso più ampio va fatto per il mondo del lavoro. Ci sono visti per periodi di internship (J o H), spostamenti in filiali della stessa compagnia dall’Italia (L) oppure per investitori (E). 

Prima di considerare la possibilità di trasferirsi in USA ribadiamo che è vero che gli Stati Uniti sono il paese delle opportunità, ma non è facile trovare lavoro. Questo perché è difficile che un’agenzia investa su uno straniero senza visto, piuttosto di una persona in loco. Dall’altra parte, può succedere che il candidato straniero sia in possesso di particolari capacità o qualità e quindi valga la pena offrirgli una chance.

Che voi siate studenti o lavoratori, bisogna avere ben chiara la strada che si vuole intraprendere. Muoversi in autonomia nella giungla dei visti e permessi per gli USA non è una passeggiata. Se questa però è davvero la vostra strada, buttatevi a capofitto nella mentalità “Do it!” tipica delle persone che vivono negli Stati Uniti.

Informazioni dettagliate ed in continuo aggiornamento sono racchiuse in questo E-bookUna guida principalmente per beginners o per chi stia cercando informazioni in italiano senza dover navigare tanti siti (sopratutto in inglese), nata dalla collaborazione tra l’agenzia turistica con base nella Grande Mela NewYorkCity4All specializzata in viaggi negli Stati Uniti e Visa Passport, agenzia Visti specializzata nel supporto per la richiesta e l’ottenimento di Visti con base a Roma.  Uno strumento in italiano con lo scopo di aiutare le persone a realizzare il proprio sogno di trasferirsi in USA.

Trasferirsi in USA: consigli utili

Una cosa importante da tener in considerazione è la parte federale, ogni stato americano è gestito in maniera differente, ha le proprie tassazioni e regolamentazioni. Ecco 10 consigli che spero ti possano essere utili per un futuro trasferimento negli USA:

  1. Pianifica, pianifica, pianifica! Più in anticipo sei, meglio riuscirai a cavartela tra le  difficoltà iniziali.
  2. I tempi per ottenere il visto possono essere talvolta molto lunghi, anche in questo caso ti consiglio di darti da fare il prima possibile per sistemare tutta la tua documentazione e non ridurti a farlo a ridosso della  partenza.
  3. Se non ti sposti principalmente per lavoro, fai una lista dei posti dove ti piacerebbe vivere, gli Stati Uniti sono composti da 50 Stati più uno federale, la sua vastità offre quindi una grande varietà di paesaggi e climi differenti.
  4. Se parti da zero ed il tuo livello di inglese è basso puoi considerare corsi di inglese a pagamento (noi collaboriamo da anni con la Kaplan ed abbiamo spesso offerte stagionali, scrivici!), corsi di inglese privati, corsi di inglese gratuiti (immagina uno scambio con persone del posto che hanno voglia di imparare italiano o considera siti come Skillshare.com), o addirittura un’esperienza come AuPair, avrai anche diritto a vitto ed alloggio, potrebbe essere un buon inizio per ambientarsi.
  5. Assicurati di avere un alloggio temporaneo al tuo arrivo, che sia una stanza di Hotel o una locazione tramite Airbnb o se il tuo budget è molto limitato considera ostelli o couchsurfing. Questo ti darà il tempo di cercare fisicamente la tua prossima sistemazione e decidere il quartiere più adatto a te.
  6. Una volta trovato l’alloggio, cerca l’offerta migliore per servizi vari, come telefono, internet, elettricità e gas. Chiedi eventualmente ad altre persone che vivono nel tuo edificio a quale fornitore si appoggiano e trasforma questa in un’opportunità per fare conoscenza. Esistono molti gruppi e siti dove iscriversi a notizia sul quartiere, un ottimo esempio è nextdoor.com
  7. Apri un conto bancario americano in modo da destreggiarti più facilmente nelle faccende di uso comune, tipo pagare le bollette o ricevere lo stipendio! Ricorda inoltre che negli USA non è necessario avere contanti in tasca perché è normale pagare un caffè con la carta di credito. Solitamente Bank of America è un buon punto di partenza.
  8. Procurati un documento di identificazione come una carta d’identità o patente (negli USA ha lo stesso valore e puoi utilizzarla anche come documento di riconoscimento volando da uno stato all’altro). Ogni stato ha le sue regolamentazioni e costi per ciascun documento.
  9. Preparati un’assicurazione sanitaria poiché l’assistenza sanitaria negli Stati Uniti è fornita principalmente da cliniche e ospedali privati. Avrai bisogno di un’assicurazione per coprire eventuali costi relativi ad infortuni o malattie. Sul sito ufficiale del governo puoi lasciare le tue informazioni e vedere se sei idoneo per un piano gratuito.
  10. Informati prima di fare qualcosa di cui non sei sicuro, potrebbero esserci una serie di leggi in America di cui non sei a conoscenza. Quello che fai nella tua terra d’origine forse non è legale oltreoceano. Trova le leggi più comuni sul sito ufficiale del governo americano.

Trasferirsi in USA: una vita a stelle e strisce

Perché le persone si trasferiscono in America? Ci sono svariate ragioni che spingono ancora oggi uomini e donne da tutto il mondo a immigrare negli Stati Uniti. Che sia per lavoro, un futuro diverso, nuove prospettive, tutti coloro che compiono questo passo sono spinti da una forte motivazione. Trasferirsi in USA è un grande cambiamento e un nuovo capitolo di vita. Bisogna volerlo fino in fondo, credere nel proprio percorso e soprattutto rimboccarsi le maniche. Questo grande passo però può comportare inconvenienti, ostacoli che a volte non dipenderanno da voi. Abbiate sempre chiaro il vostro obiettivo, informatevi e ricordate che New York City 4 All e Visa Passport possono affiancarvi nella fase iniziale del percorso. 

Good luck & keep us posted!!!

PASSIONE PER NEW YORK?

ISCRIVITI E RICEVI LE NOTIZIE IN ANTEPRIMA