Edgar Allan Poe a New York: storia e curiosità delle residenze dello scrittore

19 Gennaio 2021

Gli anni di Edgar Allan Poe a New York sono legati alla scrittura di alcune opere immortali, come Il Corvo (The Raven) scritta nel 1845 e Il barile di Amontillado (The Cask of Amontillado) del 1846. Lo scrittore ha trascorso un periodo di vita nella metropoli americana, muovendosi fra il Greenwich Village, l’Upper West Side e il Bronx. Ci sono numerose testimonianze del suo passaggio, dalle targhe celebrative, agli oggetti recuperati nei luoghi dove ha vissuto. In questo articolo, passiamo in rassegna alcune dimore di Edgar Allan Poe a New York raccontandovi curiosità e particolari nel giorno del suo compleanno.

Nato a Boston nel 1809 e da tempo associato a Baltimora, Poe chiamò New York City “casa” in diverse occasioni durante la sua vita.

Nel febbraio del 1837 Poe arrivò a New York e si stabilì all’angolo tra Sixth Avenue e Waverly Place con sua moglie Virginia e sua suocera, la signora Clemm. Nella primavera di quell’anno si erano già trasferiti al 113-1 / 2 Carmine Street per poi trasferirsi all’85 West 3rd ed arrivare nell’Upper West Side nel 1844. Nell’aprile del 1846 Poe si trasferì per l’ultima volta nel Greenwich Village prima di muoversi di nuovo verso nord in un cottage nella sezione Fordham del Bronx.


Edgar Allan Poe a New York: NYU e la demolizione della casa nel Village

Tra il 1844 e il 1845, lo scrittore ha vissuto in una tipica casa di mattoni nel Greenwich Village, considerata un luogo storico dagli abitanti del quartiere. Nel 2000 la NYU ha dichiarato la volontà di voler demolire lo stabile, per ampliare gli spazi della scuola di legge. La decisione ha provocato le proteste dei locali e di professori come Burton R. Pollin, estremamente legati alla struttura. Gli abitanti del Village supportati da alcuni estimatori dello scrittore, hanno tentato una causa per salvare la casa di Edgar Allan Poe a New York. Il tribunale non potendo agire legalmente, ha invitato la NYU a trovare un compromesso con la comunità. L’Università ha quindi scelto di riprodurre la facciata della casa dello scrittore a Furman Hall su Sullivan Street, portando avanti il progetto di ampliamento.

Edgar Allan Poe a New York

la Edgar Allan Poe House prima della demolizione da parte della NYU, e (a destra) con la sua facciata ricreata e incorporata nell’edificio della NYU’s Law School, non diversamente dalla macabra storia di Poe “The Cask of Amontillado”. Photo di NYPAP

Sempre in riferimento al Village, in questo articolo parliamo di 13 luoghi che hanno cambiato il corso della storia.

Edgar Allan Poe a New York: “Il Corvo” e il casale dei Brennan

La malattia di Virginia, moglie di Poe, ha spinto lo scrittore a trovare una sistemazione lontana dalla città. Invece di vivere in centro o nel Greenwich Village, come aveva fatto la coppia nel 1837, nel 1844 si trasferirono in una fattoria di campagna all’incirca tra le odierne Broadway e 84th Street.
Edgar Allan Poe a New York Upper West Side
(Photos by Ephemeral New York)

A quel tempo, questo faceva parte del villaggio bucolico di Bloomingdale. L’aria fresca, si pensava, avrebbe potuto aiutare ad alleviare la malattia di Virginia.

La scelta è ricaduta su una camera in affitto, presso la casa della famiglia Brennan nell’Upper West Side. La campagna e la natura circostanti sono state fonte di ispirazione per l’autore. Edgar Allan Poe ha infatti scritto la celebre poesia “Il Corvo” fra quelle mura. Prima della demolizione della casa nel 1888, il colonnello Hemstreet ha salvato il camino della stanza dell’autore, consegnandolo alla Columbia University. Per molti anni, il camino è rimasto nascosto vicino all’archivio, in un’area non particolarmente frequentata del dipartimento. Benjamin Waldman, autore di Untapped, si è occupato personalmente di trovare un’ubicazione più adatta, scrivendo in merito all’argomento anche sul New York Times. Grazie al suo impegno, il camino di Edgar Allan Poe a New York è stato trasferito nella Rare Book and Manuscript Library all’interno della Butler Library. Nonostante la casa dei Brennan sia stata abbattuta, la New York Shakespeare Society ha dedicato un’insegna a Poe nel 1922. Lo scopo era onorare la memoria del luogo, dove l’autore ha scritto una delle sue opere più famose.

Edgar Allan Poe a New York Upper West Side
(Photos courtesy Ephemeral New York)

 

Edgar Allan Poe a New York: il cottage nel Bronx

Tra le dimore più note di Edgar Allan Poe a New York, vogliamo lasciarvi qualche dettaglio sul cottage a Fordham. Lo scrittore, si è trasferito nel Bronx nel 1846, insieme alla moglie malata e alla suocera. Tra quelle mura, Poe ha scritto opere come Annabel Lee e Le Campane. Lo stabile è parte delle quattro case museo dedicate all’autore negli Stati Uniti. A inizio del XX secolo, la Shakespeare Society ha trasferito il cottage sull’altro lato di Kingsbridge Road, conservando alcuni elementi dell’arredamento dell’epoca. Alle pareti hanno trovato spazio quadri e foto dell’autore, oltre a stampe del cottage.

Edgar Allan Poe a New York Bronx Cottage
(photo courtesy of Smithsonian Magazine)

Il Bronx è un distretto particolare che offre itinerari tutti da scoprire, ve ne parliamo in questo video:

 

Articolo in collaborazione con Chiara Mezzini di “Il Basket secondo Mez

Cart
  • No products in the cart.

PASSIONE PER NEW YORK?

ISCRIVITI E RICEVI LE NOTIZIE IN ANTEPRIMA