Consolato Italiano a New York

2 Giugno 2020

Storia ed informazioni sul Consolato Italiano a New York.
Per tutti gli italiani residenti a New York ma anche per coloro
in viaggio per lavoro o piacere.

 

Consolato Italiano a New York: cosa offre

In occasione della festa della Repubblica, abbiamo scelto di dedicare un articolo al Consolato Italiano a New York. Una lunga storia che affonda le radici nel passato, attraversando entrambe le guerre mondiali. E’ un organo di riferimento per gli italiani a New York, sia che si tratti di residenti che di turisti in viaggio oltreoceano. Il Consolato offre molteplici servizi, dalla documentazione per i cittadini italiani, fino alla salvaguardia dei viaggiatori. Face

ndo un esempio concreto, se vi trovate sul suolo americano e smarrite il passaporto, gli uffici consolari si occupano di fornirvi i documenti necessari per consentire il ritorno in Italia.
Altri servizi forniti riguardano l’assistenza per la registrazione all’anagrafe, o ancora la cittadinanza, registrazione di battesimi e coordinamento di pensioni.
Per questioni riguardanti la patente italiana scaduta, può essere rilasciato un foglio da presentare alla motorizzazione in Italia.
E’ anche possibile fare una delega per un atto notarile in Italia (vendere casa, macchina).

Se scegliete di studiare al college o seguire un corso negli Stati Uniti, il Consolato provvede a consegnarvi la certificazione valida per il riconoscimento dei crediti in Italia.
All’interno si trova un u
fficio scolastico interno che si occupa di coordinare gli insegnanti di lingua straniera italiana nelle università e scuole medie superiori.

O addirittura se decidete di sposarvi a New York, avrete bisogno del Consolato italiano per la separazione dei beni e registrare il matrimonio in Italia.
Noi ci occupiamo di tale servizio e ne parliamo in questo video: 

 

Il Consolato Italiano non fornisce informazioni relative ai visti americani, per il rilascio bisogna fare riferimento agli organi di competenza americani ovvero alle diverse ambasciate americane in Italia.
L’iter è complesso e ogni situazione è a sé e strettamente legata alla persona e al background lavorativo. In merito a questo argomento vi lasciamo questa playlist su YouTube per rispondere a un paio di domande sui visti in USA.
Il consolato italiano si occupa di visti per gli americani che vogliono trasferirsi in Italia.

Consolato Italiano a New York
(Il palazzo del consolato italiano a New York)


Oggi per rendere omaggio alla nostra Bella Italia, vi raccontiamo qualcosa sul passato e sul presente.

Consolato Italiano a New York: la storia

Il Rockefeller Center ospitò la sede del Consolato Italiano per un paio di decenni, dalla fine della prima guerra mondiale alla conclusione della seconda. Successivamente gli uffici trovarono una nuova sistemazione, tra la Madison e la Fifth Avenue sulla 84esima. Per adempiere alle pratiche del periodo, la struttura risultò inadeguata e il console Mazio si attivò per trovare una soluzione alternativa. Sul sito del Consolato si legge che un’amica della moglie del console, suggerì come ipotesi  Henry P. Davison House, al 690 di Park Avenue, uno stabile che ricevette in eredità.

Dal 1955 la Henry P. Davison House è la sede del Consolato Italiano a New York e tra l’altro ha ricevuto un riconoscimento prestigioso dalla Landmark Preservation Commission, per la sua importanza storica e architettonica.

Consolato Italiano a New York
(l’entrata del consolato italiano a New York su Park Avenue)

Consolato Italiano a New York: il presente

Il Consolato Italiano si impegna a fortificare il collegamento fra Italia e Stati Uniti. La cultura ha un ruolo fondamentale e ci sono diverse iniziative organizzate per portare avanti questo obiettivo, dalla lingua fino all’innovazione. L’Ufficio Istruzione per esempio si occupa di coordinare l’insegnamento della lingua italiana e i progetti collegati negli stati di New York, Connecticut e New Jersey. Nel 2018 gli uffici consolari hanno promosso INNOVATION NIGHTS at #ParkAve690 una serie di incontri per presentare progetti italiani e start up all’avanguardia.

Al momento i servizi amministrativi riapriranno al pubblico il 20 giugno 2 volte a settimana solo su appuntamento.

Vi ricordiamo che per informazioni specifiche e ulteriori dettagli, potete consultare il
sito ufficiale.
A condividere lo stesso blocco del consolato italiano a New York c’è l’istituto  di cultura italiana che si rivolge a tutti gli italiani ed americani che vogliano diffondere la cultura italiana

 Consolato Italiano a New York

Consolato Italiano a New York: il Console Generale Francesco Genuardi

Dal 2016 il Ministro Plenipotenziario Francesco Genuardi è il console generale di New York. Nato a Bruxelles e laureato in Giurisprudenza all’Università di Milano nel 1991, ha iniziato la carriera diplomatica nel 1993, vincendo un concorso. Ha collezionato una vasta esperienza internazionale prima a Buenos Aires, come Console Aggiunto al Consolato Generale, in seguito a Bruxelles come Consigliere alla Rappresentanza Permanente della NATO.
Prima di prendere la guida del Consolato Italiano a New York, è stato in servizio al Gabinetto del Ministro degli Affari Esteri in Italia fino al 2014. In seguito ha ricoperto il ruolo di Capo Ufficio Rapporti col Parlamento del Gabinetto di Paolo Gentiloni, Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 La missione del console dopo 4 anni è quasi giunta al termine.

 

A questo articolo verrà aggiunta una contribuzione da parte del console Francesco Genuardi entro fine mese, vi comunicherò su Instagram e Facebook quando la sua intervista sarà online.

Consigliamo questi articoli come prossime letture:
Etimologia e nomi dei quartieri di Manhattan

Visitare una coltivazione verticale a New York

I migliori hotel dove lavorare in coworking a New York

 

 

Articolo in collaborazione con Chiara Mezzini di Basket Secondo Mez.

Iscriviti alla newsletter