Le mostre d’arte a New York: l’esposizione di Basquiat

1 Febbraio 2022

Fra le mostre d’arte a New York in programma quest’anno, c’è grande attesa per Jean-Michel Basquiat: King Pleasure©. L’esposizione dedicata all’omonimo artista, considerato uno dei maggiori esponenti della street art, aprirà al pubblico il 9 aprile 2022. Sponsor dell’iniziativa è VICE, società nel settore dei media che per l’occasione ha organizzato una diretta sul proprio profilo Instagram. La live trasmessa il 15 dicembre, ha visto anche la partecipazione delle sorelle dell’artista Lisane Basquiat e Jeanine Heriveaux. In attesa di vedere le opere di Basquiat dal vivo, la live è servita per introdurre virtualmente una delle mostre d’arte a New York per il 2022. I visitatori troveranno oltre 200 pezzi inediti che racconteranno l’artista da una prospettiva insolita. Jean-Michel Basquiat: King Pleasure© è stata progettata dall’architetto David Adjaye OBE, designer de The National Museum of African American History & Culture a Washington, DC. Curatore della mostra, invece è Abbott Miller che ha collaborato con il Guggenheim Museum, the Art Institute of Chicago e il Metropolitan Museum.
mostre arte New York King Pleasure

Le mostre d’arte a New York: la vita di Jean-Michel Basquiat

Prima di conoscere le anticipazioni di una delle mostre d’arte a New York per la primavera, ecco alcune informazioni sulla biografia dell’artista. Jean-Michel Basquiat nasce a Brooklyn nel 1960 da padre haitiano e madre portoricana. Fin da piccolo manifesta una grande passione per l’arte, influenzato dalla madre che lo accompagna in visita ai musei della Grande Mela. Insieme all’amico artista Al Diaz forma il duo SAMO (acronimo di SAMe Old Shit), iniziando a scrivere poesie sui muri delle strade di New York. Nel 1978 arriva il successo con l’esposizione dei suoi lavori al Times Square Show, nominiamo questo show nell’articolo dedicato a Keith Haring e la street art a New York. Segue la prima mostra interamente dedicata a lui a Modena nel 1981, presso la galleria di Emilio Mazzoli. L’anno seguente le sue opere sono esposte nella galleria di Annina Nosei a New York. Inizia una collaborazione con Andy Wahrol nel 1983 che sarà fondamentale per il suo percorso artistico. L’abuso di droghe lo porta prematuramente alla morte nel 1988. 

Le mostre d’arte a New York: Jean-Michel Basquiat: King Pleasure

In attesa dell’apertura, l’organizzazione ha diffuso le prime anticipazioni sull’esposizione, attraverso un comunicato stampa. Partiamo subito dicendo che fra le mostre d’arte a New York per la primavera, Jean-Michel Basquiat: King Pleasure sarà un’esposizione dinamica divisa in diverse sezioni. 

  • 1960 – INTRODUCTION
    Prima area con un display che presenterà ai visitatori la vita e le opere dell’artista, oltre a un’introduzione sulla famiglia.
  • KINGS COUNTY
    Si passa ai ricordi di infanzia e le origini fra Brooklyn e Porto Rico. Saranno esposti oggetti personali, i primi schizzi e disegni, oltre a una serie di sculture e i contributi video della famiglia.
  • WORLD FAMOUS
    Una sezione dedicata alle prime opere di successo di Basquiat fra quadri e manufatti.
  • IDEAL
    In quest’area, troverete una riproduzione dello studio dell’artista al 57 Great Jones Street che raccoglierà quadri, schizzi, videocassette e oggetti personali come la sua bicicletta.  
  • ART GALLERY
    Una galleria nella galleria con oltre cento opere fra quadri e disegni, di cui molti inediti.
  • PALLADIUM
    Nel 1985 Basquiat ha creato due quadri Nu-Nile e Untitled, per the Michael Todd Room, il privé del Palladium. Questa sezione della mostra riprodurrà gli spazi del locale con videoclip e la colonna sonora di quegli anni.
  • PLACE JEAN-MICHEL BASQUIAT
    La mostra si concluderà con il ricordo degli amici e della famiglia, oltre a una serie di riconoscimenti e premi dedicati all’artista dopo la morte.
    mostre arte a New York

Le mostre d’arte a New York: da Basquiat ai Brooklyn Nets

Non solo mostre d’arte a New York, Basquiat è legato anche al mondo del basket e più precisamente ai Brooklyn Nets. La franchigia del Barclays Center dal 2019 ha consolidato il rapporto con il distretto, omaggiando gli esponenti locali fra arte e musica. La city edition della stagione 2019-2020 è stata dedicata infatti, al rapper e produttore The Notorious B.I.G., nato e vissuto fra i quartieri di Clinton Hill e Bed-Stuy. Per approfondire nozioni su hip-hop a New York, leggete questo articolo. La scorsa stagione invece, i Brooklyn Nets hanno dedicato la maglia a Jean-Michel Basquiat, riprendendo alcuni elementi e colori dello stile dell’artista. 

(Brooklyn Nets city edition 2019/20, artslife.com)

Per avere tutti gli aggiornamenti sulla mostra Jean-Michel Basquiat: King Pleasure© vi consigliamo di seguire i profili Facebook e Instagram di KiariLadyBoss e New York City 4 All. In attesa di visitare la mostra ad aprile, consigliamo questo tour a tutti gli amanti della street art.

 

In collaborazione con Chiara Mezzini di Il Basket Secondo Mez.

Cart
  • No products in the cart.

PASSIONE PER NEW YORK?

ISCRIVITI E RICEVI LE NOTIZIE IN ANTEPRIMA