Esperienze da non perdere a New York: un tour sul Big Bus 

16 Novembre 2021

I Big Bus entrano di diritto fra le esperienze da non perdere a New York. Se avete visitato la Grande Mela almeno una volta, avrete sicuramente incrociato gli autobus a due piani che accompagnano turisti -e non- in visita alla città. Presenti in molte città negli USA e nel mondo, i Big Bus sono infatti autobus da turismo con il tetto scoperto e sono una delle svariate modalità per conoscere New York e le attrazioni più note. Se siete content creator o semplicemente amate condividere i vostri scatti su Instragram, segnatevi i Big Bus tra le esperienze da non perdere a New York. A bordo potete sbizzarrirvi a creare video instagrammabili da una prospettiva completamente diversa.
Esperienze da non perdere a New York: un tour sul Big Bus 

Esperienze da non perdere a New York: informazioni utili su Big Bus

I Big Bus sono un’ottima opzione per tutti coloro che vogliono unire una passeggiata a piedi e un tour su un autobus turistico. Il biglietto, infatti offre l’opzione hop-on/hop-off che vi permette di salire e scendere più volte durante il tour, per proseguire a piedi o fotografare un monumento. I prezzi per gli adulti partono da $ 47,20 per il biglietto giornaliero, mentre per i bambini $ 39,20. Big Bus prevede anche pacchetti che abbinano al tour una particolare attrazione. Prenota il tuo giro a questo link.

Esperienze da non perdere a New York: biglietto standard e tour + attrazione

Partiamo innanzitutto dal biglietto giornaliero che prevede senza costi aggiuntivi, l’opzione hop-on/hop-off. Il biglietto è flessibile per cui potete scegliere in seguito all’acquisto quando utilizzarlo. Uno dei vari motivi per cui Big Bus è fra le esperienze da non perdere a New York, è la possibilità di noleggiare una bicicletta per un’ora. A bordo troverete una guida che vi racconterà passo dopo passo, curiosità e aneddoti su New York durante le diverse tappe. Potete scegliere se usare il biglietto per visitare Uptown o Downtown. Per il pacchetto bus + attrazione invece, la compagnia offre diverse opzioni. Potete optare per un giro turistico e la visita all’Empire State Building, per completare la vostra visita con un selfie dallo skyline. Oppure Statua della Libertà ed Ellis Island per regalarvi un giro panoramico a Downtown. Se invece optate per un celebrity tour, vi consigliamo il pacchetto Big Bus e visita al museo delle cere o Madame Tussauds. Per gli instagrammers, inseriamo un’ultima combinazione che non potete non inserire fra le esperienze da non perdere a New York. Parliamo del “New York Classic”, combinato all’escursione a largo di Manhattan, per godervi la vista mozzafiato dei grattacieli della Grande Mela.

Esperienze da non perdere a New York: tour a Downtown e Uptown

Uptown o Downtown? Avete davvero l’imbarazzo della scelta, ma per aiutarvi vi segnaliamo le tappe dei due tour. Il bus diretto a Downtown parte dallo store di M&M’s World a Times Square per raggiungere prima l’Empire State Building e il Flatiron. Subito dopo, avrete la possibilità di immergervi fra i colori e le vibrazioni dei quartieri di Soho, Chinatown e Little Italy. Poi sarà la volta del Brooklyn Bridge, Wall Street e Battery Park per immortalare la Statua della Libertà. Il tour si conclude con una tappa a Circle Line Sightseeing per concedervi una vista panoramica del New Jersey. Altro giro, altra corsa, altro regalo è il momento di introdurvi al tour diretto ad Uptown. Si parte da Times Square e dopo un’immersione fra le luci e colori, il bus vi accompagnerà alla scoperta del celebre Museum Mile. Oltre un chilometro di strada costellato da alcuni fra i musei più rappresentativi come il Metropolitan o il Guggenheim. Sosta a Central Park e il particolare allo Zoo del parco, diventato celebre con il cartone animato Madagascar e tappa conclusiva a Columbus Circle.

Se volete sperimentare Big Bus, una delle esperienze da non perdere a New York, contattateci per conoscere prezzi e pacchetti a disposizione. E a proposito di attività particolari vi segnaliamo un giro in sidecar, tutte le info a questo link

 

Contributo: Chiara Mezzini di “Il Basket Secondo Mez

-->