Tributo luci 11 settembre: la commemorazione a New York

8 Settembre 2020

Il Tributo luci 11 settembre che sembrava essere sospeso a causa della situazione attuale, è stato in un secondo momento approvato dal governatore Cuomo. I due fasci di luce blu che arrivano fino al cielo, venerdì sera hanno illuminato la città di New York e la illumineranno di nuovo in onore ai caduti del tragico evento dell’11 settembre 2001.

 

Tributo luci 11 settembre: cos’è il “Tribute in Light”?

Sono passati ormai 19 anni dal crollo delle Torri Gemelle da quella giornata terribile che tutti ricordiamo perfettamente.

Tribute in Light è un’installazione d’arte pubblica commemorativa presentata per la prima volta sei mesi dopo l’11 settembre e poi ogni anno in seguito, dal tramonto all’alba, la notte dell’11 settembre. È diventato un simbolo iconico che onora le persone uccise e celebra l’indistruttibile spirito di New York.

Assemblati sul tetto del Battery Parking Garage a sud del Memoriale dell’11 settembre, i raggi gemelli raggiungono fino a quattro miglia nel cielo e sono composti da ottantotto lampadine allo xeno da 7.000 watt posizionate in due quadrati di 48 piedi, che hanno la forna delle Torri Gemelle. L’installazione può essere vista anche da un raggio di 60 miglia intorno a Lower Manhattan. Ci sono persone che sono riuscita a vederla anche da Coney Island.

La presentazione di Tribute in Light è stata resa possibile dal generoso sostegno della Carnegie Corporation di New York, Lower Manhattan Development Corporation e Rechler Philanthropy.

Il 9/11 Memorial & Museum inoltre ringrazia il suo presidente del consiglio di amministrazione Mike Bloomberg per la sua leadership e il governatore Andrew Cuomo per aver fornito personale sanitario e supervisione per garantire che il Tribute in Light venga prodotto in sicurezza.

Tribute in Light è prodotto da Michael Ahern Production Services ed è stato ideato da diversi artisti e designer che sono stati poi riuniti sotto gli auspici della Municipal Art Society e Creative Time: John Bennett, Gustavo Boneverdi, Richard Nash Gould, Julian LaVerdiere e Paul Myoda, con il consulente per l’illuminazione Paul Marantz.

In uno spirito di unità e ricordo, la città si riunirà per il Tributo luci 11 settembre – “Tribute in Lights” – per ispirare il mondo ed onorare la promessa di non dimenticare mai.

Molti edifici iconici di New York City illumineranno di blu le guglie e le facciate per onorare le vittime dell’11 settembre. I partecipanti includono One World Trade Center, Brookfield Place, Empire State Building, Bloomberg LP, Vessel at Hudson Yards, Helmsley Building, la Bank of America Tower, Barclays Bank US Headquarters, Pier 17 New York, 55 Water Street, New York Historical Society e vari cartelloni pubblicitari a Times Square.

tributo luci 11 settembre
(pic credit: 9/11museum.org)

 

Tributo luci 11 settembre: “Tribute in Light” 2020

Secondo il New York Times, ci vogliono quasi 40 macchinisti ed elettricisti più di una settimana per produrre lo spettacolo annuale “Tribute in Light” (Tributo luci 11 settembre) che segna l’anniversario dell’11 settembre. E poiché devono lavorare a stretto contatto, il National September 11 Memorial & Museum ha deciso ad inizio agosto di annullare il memoriale di quest’anno. Dopo aver appreso la notizia, il Governatore Cuomo, tuttavia, è intervenuto e ha affermato che avrebbe fornito il personale medico necessario per far accadere l’evento in sicurezza.

In un’intervista, il Governatore Cuomo ha dichiarato:

“Quest’anno è particolarmente importante che tutti noi apprezziamo e commemoriamo l’11 settembre, le vite perse e l’eroismo mostrato mentre i newyorkesi sono ancora una volta chiamati ad affrontare un nemico comune. Comprendo la preoccupazione del Museo per la salute e la sicurezza e apprezzo la loro riconsiderazione. Lo stato fornirà personale sanitario per la supervisione assicurandosi che l’evento si svolga in modo sicuro e allo stesso tempo onori adeguatamente l’11 settembre. Non lo dimenticheremo mai.”

 

tributo luci 11 settembre
(pic credit: newyorkloveny)

Il primo Tribute in Light è stato proiettato nel cielo sei mesi dopo l’11 settembre 2001 e da quel momento ogni 11 settembre dal tramonto all’alba, negli ultimi anni i due fasci di luci blu appaiono ogni sera la settimana precedente all’11 settembre. Il Museo lo gestisce dal 2012.

L’installazione di arte pubblica è stata sviluppata dalla Municipal Art Society e Creative Time, che hanno riunito sei artisti e designer e un consulente per l’illuminazione. La proiezione avviene dal tetto del Battery Parking Garage, appena a sud del Memoriale dell’11 settembre, ed è gestita da generatori temporanei. Da due quadrati di 48 piedi, composti da 88 lampadine allo xeno da 7.000 watt, i fasci gemelli brillano fino a quattro miglia nel cielo, “facendo eco alla forma e all’orientamento delle Torri Gemelle”, secondo il Museo.

In una dichiarazione sul loro sito web, la presidente e CEO del 9/11 Memorial & Museum Alice M. Greenwald ha dichiarato:

“Nelle ultime 24 ore abbiamo avuto conversazioni con molte parti interessate e crediamo che saremo in grado di mettere in scena il tributo in modo sicuro e appropriato … Voglio ringraziare in particolare Mike Bloomberg, Governatore Cuomo e Lower Manhattan Development Corp. per la loro assistenza nel compensare i maggiori costi associati alle considerazioni di salute e sicurezza intorno al tributo di quest’anno e il supporto tecnico di così tanti che consentiranno al tributo di essere una continua fonte di conforto per le famiglie e un’ispirazione per il mondo futuro.”

Il mese scorso, il National September 11 Memorial & Museum ha annunciato che non avrebbe avuto la tradizionale “lettura dei nomi” alla cerimonia dell’11 settembre di quest’anno. Di solito, i familiari di alcuni dei 3.000 che hanno perso la vita si riuniscono sul palco e leggono i nomi delle vittime, spesso includendo messaggi personali. Per aderire alle linee guida di distanziamento sociale quest’anno, verrà trasmessa una lettura registrata dei nomi che fa parte della mostra “In Memoriam” del Museo.

I membri della famiglia saranno ancora i benvenuti nella piazza e il resto della cerimonia rimarrà sostanzialmente invariato, tranne che per le distanze sociali e la necessità di indossare la mascherina. La cerimonia di quest’anno inizierà alle 8:30am con il primo dei sei momenti di silenzio che inizierà alle 8:46, momento in cui le case di culto suoneranno le loro campane. I momenti di silenzio vengono osservati nel momento esatto in cui ciascuna torre del World Trade Center è stata colpita e caduta, quando il Pentagono è stato attaccato e lo schianto del volo 93 della United Airlines.

 

Ispirazione articolo : National September 11 Memorial & Museum & 6sqft

Iscriviti alla newsletter