Harlem & Gospel a New York

Nonostante sia molto famoso, il quartiere di Harlem è conosciuto soprattutto per il suo passato “burrascoso” che gli ha garantito la fama di quartiere pericoloso e da evitare.

Ebbene, non è più cosi`. Anche se Harlem continua ad essere un quartiere che si distingue dal resto dell’isola di Manhattan, fortunatamente non è più pericoloso come 15-20 anni fa, permettendoci di esplorarlo in maniera tranquilla e rilassata. Come in ogni grande metropoli pero`, è meglio stare attenti durante le ore notturne in alcune parti.
Vogliamo quindi consigliarvi cosa visitatare ad Harlem e dove trovare alcuni tra imigliori Gospel.

UN PO’ DI STORIA
Negli anni venti Harlem fu il centro in cui nacque un movimento culturale nero detto Rinascimento di Harlem.
Purtroppo però negli anni immediatamente successivi la fine della seconda guerra mondiale il quartiere subì una sorta di periodo di decadenza generale, ed Harlem si trasformò in quartiere povero con un elevato tasso di disoccupazione e criminalità.
Per anni conosciuto come il quartiere più pericoloso, malfamato e decadente all’interno dell’isola di Manhattan, a partire dalla metà degli anni novanta del XX secolo il quartiere ha iniziato a cambiare faccia, grazie soprattutto alla volontà dei suoi abitanti decisi a cambiare la situazione in meglio.
Oggi i segni del Nuovo Rinascimento iniziano ad essere tangibili con una migliore qualità della vita, più lavoro per tutti, meno criminalità ed uno spiccato ritorno alla diffusione della cultura afroamericana.

OGGI
Divenuto quindi vero e proprio centro della cultura afroamericana, Harlem è oggi uno dei quartieri più in crescita di New York; contiene alcune delle più belle strutture architettoniche delle Grande Mela e si possono trovare anche tra i migliori locali di musica ed eccezionali ristoranti.

La via principale di Harlem è la 125th Street, conosciuta anche come Martin Luther King Boulevard. Camminando sulla 125th Strada potrete immediatamente respirare il carattere vibrante di questo quartiere. Con i suoi negozi, ristoranti e locali di ogni genere questa strada vi immergerà immediatamente nello spirito di Harlem e la ciliegina sulla torta sarà quando vi imbatterete nell’Apollo Theater.

APOLLO THEATER
Harlem è il tempio della musica, è il luogo in cui Ella Fitzgerald, Stevie Wonder, James Brown, Aretha Franklin, Duke Ellington e molti altri  hanno portato la musica americana a livelli mondiali e l’Apollo Theater è uno dei luoghi in cui tutto questo è stato possibile.
Considerato infatti uno dei club più famosi al mondo per la musica afroamericana, ospita oggi delle gare di musica ormai diventate anch’esse famosissime: le Amateur Night at the Apollo. Durante queste serate chi vuole può sperimentare il proprio talento artisti co su uno dei palchi più famosi al mondo. Volete provare anche voi?

Di fronte al teatro troverete una piccola “Hall of fame” simile a  quella che si trova ad Hollywood, non proprio di quelle dimensioni però… Diciamo la figlia appena nata di quella che si trova ad Hollywood.

Consiglierei anche una visita allo storico Cotton Club ancora in funzione, se vi avanzasse tempo.

IL GOSPEL
Oltre ad essere famosa per la sua musica jazz, Harlem è molto famosa anche per le sue messe GOSPEL, che sono infatti diventate una delle maggiori attrazioni turistiche di Harlem.
I Cori Gospel sono parte della normale funzione religiosa ed, anche se magari non siete particolarmente religiosi, è un’esperienza veramente unica e assolutamente da provare. La messa dura circa 2 ore, ma, grazie ai suoi eccezionali cori, il tempo vola via in un istante.
Una cosa di cui non ci si deve dimenticare però è che sono comunque funzioni religiose, quindi l’abbigliamento adeguato ed il rispetto per il rito sono un MUST.

Chiese Gospel che consigliamo:

  • Bethel Gospel Assembly, 2 E 120th St

  • The Greater Refuge Temple, 2081 Adam Clayton Powell Jr Blvd

  • First Corinthian Baptist Church, 1912 Adam Clayton Powell Jr Blvd

  • Canaan Baptist Church, 132 W 116th St

Note importanti per la Messa Gospel:

Molte chiese non accettano zaini ne legging e prediligono un abbigliamento un pò più formale.

Se si decide di partecipare ad un Gospel, è gradita una piccola donazione ed accertarsi che si possano fare video e foto perchè solitamente è vietato, troverete comunque alcune chiese che lo permettono.

Se deciderete di abbandonare la funzione prima della fine, fatelo durante un canto o un momento consono, non quando si è tutti seduti in silenzio.

Per il resto godetevi questa esperienza eccezionale!

ABYSSINIAN BAPTIST CHURCH
Proseguendo verso nord della 125th Street si può trovare la Abyssinian Baptist Church.
Nel cuore della zona di Harlem sorge un altro luogo intriso di storia e tradizione. La sua costruzione risale al 1922-23 e fu progettata da Charles W. Bolton & Son proponendo un revival dello stile Gotico e Tudor.
La Chiesa è stata nominata come NEW YORK CITY LANDMARK nel 1993.
La Abyssinian Baptist Church è sì la a chiesa più famosa per le messe gospel, ma è anche la più turistica quindi preparatevi a lunghe code per entrare.
Oltre ad un abbigliamento adeguato, niente zaini, ne leggins ne foto ne video.

STRIVERS ROW
Molto vicino alla Abyssinian Baptist Church si trova il gioiellino di Harlem, ovvero Strivers Row.

Strivers Row è una piccola e graziosissima porzione di Harlem compresa tra W 138th e W 139th street e tra Powell Jr. e Douglass Boulevard. Consiste in un gruppo di case a schiera in tipico stile neo-Georgiano, progettate alla fine dell’ ‘800 e destinate originariamente alle ricche classi bianche.
Ma l’affare fallì, i bianchi cominciarono a lasciare Harlem e le case rimasero vuote per molti anni.
Successivamente venne finalmente concesso l’acquisto ai compratori di colore. Fu così che l’isolato riacquistò nuova vita e fu occupato da ambiziosi professionisti, che lottavano per affermarsi (da cui il nome della strada strivers, ovvero lottatori).

Da quel momento Strivers Row divenne dimora di musicisti e intellettuali del calibro di Clayton Powell e Fletcher Henderson ed entrò a far parte dell’immaginario culturale afroamericano.

QUARTIERE MULTIETNICO
Nonostante la predominanza di cultura afroamericana, Harlem, come molti altri quartieri di New York, è composta da diversi piccoli quartieri, ognuno con la propria cultura e la propria storia.

Nella parte est di Harlem, lungo l’East River, possiamo trovare quella che viene chiamata Spanish Harlem, con una predominanza di persone di origine portoricana e latinoamericana.
Nei quartieri appena a nord di Harlem, ovvero Washington Heights e Inwood invece, troviamo le comunità domenicane e caraibiche.

Se Volete scoprire queste e molte altre cose seguite da aneddoti e tanti consigli, vi invitiamo a dare un’occhiata al nostro Tour di Harlem con Gospel che proponiamo nel sito.

Solitamente per il Gospel saliamo fino a Sugar Hill dove le palazzine non possono che essere fotografate!

Venite con noi ad una Messa Gospel ed a visitare Harlem, vi aspettiamo!

Iscriviti alla newsletter