A New York con Elisa – Tripvillage

Hi Everyone, oggi ospitiamo nel blog Elisa, una vera New York Lover, pensate l’ha visitata 8 volte. Elisa ci racconterà il suo punto di vista su New York.

Ciao Elisa puoi raccontarci un po di te? Di dove sei, dove vivi e che blog o agenzia gestisci?

Ciao!! Mi chiamo Elisa, vivo in un piccolo paese in provincia di Pavia e gestisco il blog di viaggi Tripvillage.
Ho ormai passato i 30 (sigh) ma sono ancora super attiva – soprattutto in viaggio non sento mai la stanchezza! – e mi tengo sempre occupata facendo mille cose: danza, palestra, programmo viaggi, gioco con la mia nipotina e cerco di godermi la vita al 101%.
Ho aperto il mio blog di viaggi per puro caso, perché avevo appena scoperto WordPress, e mi si è aperto un mondo. Lo custodisco ancora con gelosia perché tanti amici non sanno che ce l’ho, ma sono fiera dei piccoli risultati che mi sta portando per il tempo che ho da dedicarci!
Da qualche mese sto iniziando ad impegnarmi sempre più per ottenere maggiori risultati e poi mi sto dedicando ad un progetto top secret che spero veda la luce prestissssssimo!

Quante volte sei stata a New York e in che anni?

Allora, ci sono stata 8 volte se non ricordo male (2007 – 2008 x2 – 2009 – 2012 – 2013 – 2014 – 2016). Si, so che possono sembrare tantine ma quando in un posto ti senti come a casa, ogni tanto senti la necessità di tornare.

L’hai trovata cambiata e quali sono le cose che ti hanno colpito di piu’ nel cambiamento?

Seppure NYC sia una città che cambia ogni giorno, non ho notato stravolgimenti eclatanti durante i miei vari stop in città anche se quest’anno sono passati 10 anni dalla mia prima volta!!!
Sicuramente il cambiamento maggiore è stato la zona di Ground Zero perché, quando sono stata durante il mio primo viaggio nel 2007 e seppur fossero passati 6 anni dal tristemente famoso attentato,  lo squarcio immenso provocato dal crollo delle Torri Gemelle e dei grattacieli affini era ancora vivo e pulsante.
Ho visto la Freedom Tower crescere anno dopo anno praticamente, e salire al One World Observatory durante il mio ultimo viaggio ad Ottobre 2016 è stata una bella emozione.
Un’altra cosa che è cambiata, e che mi mancherà perché non c’è più da qualche anno ormai, sarà sicuramente il 5pointz: vedere la street art dalla 7, direzione Manhattan, era una piacevole abitudine.

Dove alloggiavi e come ti sei trovata?

Ho provato un pò di tutto (tranne couchsurfing, ma rimedierò presto!) da Manhattan a Brooklyn a Long Island City, da hotel ad appartamenti a stanze in affitto.
La comodità dell’hotel per cui non devi rifare il letto o sistemare il bagno è sempre piacevole ma, sentendo appunto questa sensazione “di casa” nella Big Apple, l’appartamento può fare la differenza.
Come quartiere? A me piace molto LIC perché ben collegata e con un’ottima vista, ma anche il vasto distretto di Brooklyn ovviamente è un posto speciale.

Cosa apprezzi della Grande Mela?

La sua possibilità di poter fare praticamente ogni cosa. E’ talmente vasta e aperta che tu la maggior parte delle volte sei un numero tra tanti, e non devi pensare che tutti ti stiano guardando e/o giudicando.
Adoro il suo avere milioni di localini diversi per ogni gusto/esigenza/esperienza ed il suo avere angoli di pace pur essendo una delle metropoli più frenetiche del mondo.

Cosa invece non invidi alla città?

L’ essere così invasa dai turisti in alcuni periodi dell’anno. Non deve essere facile nemmeno per chi ci vive!
Essendo amante della natura apprezzo anche gli spazi sconfinati senza connessione e senza nessuno intorno e stare così in questa città sembra quasi impossibile! E poi il fatto di essere appunto un numero non è sempre un bene.

Qual e’ il tuo posto preferito a New York e perché?

Oh che domanda difficile! Non saprei sceglierne solo una ad essere sincera. IlMeatpacking mi piace molto, mi piace l’atmosfera e anche alcuni luoghi dove mangiare e poi appunto LIC perché ci ha vissuto mia cugina e mi sono trovata benissimo qui.

 

Potresti elencare un paio di ristoranti e negozi che ti hanno colpito e che consiglieresti ai tuoi ed ai miei lettori?

Anche qui scelta difficile! Anche in questo campo NYC cambia in fretta e poi penso che questa sia la città dove sia più facile trovare qualsiasi tipo di cucina qualcuno abbia in mente!

Ultimamente mi sono data al cibo sano, tendente al vegetariano, e a NYC c’è ovviamente l’imbarazzo della scelta anche per chi ha scelto questo stile di alimentazione! Ad ottobre ho provato The Butcher’s Daughter dove ci sono piatti gustosi (un po’ cari ovviamente, come sempre capita con questo tipo di cucina!) e centrifugati/spremute ottime. Il locale poi è un perfetto set per le vostre foto su Instagram!

Se invece avete voglia di Italia, a me è piaciuta molto la pizza da Numero 28: si sente che i prodotti sono ottimi!

Parlando di dolci il primo posto che mi viene sempre in mente è la Fat Witch Bakery, al Chelsea Market, dove ogni volta svaligio la mensola dei Chocolate Caramel Brownies. Solo per chi non ha paura di ingrassare!

 

Vivresti mai a NYC e se si perche’?

Ehm, la risposta mi sembra ovvia. Si, si e ancora si per tutto quello che ho scritto prima: la possibilità di poter fare praticamente ogni cosa, i mille milioni di locali che offrono cucina da tutto il mondo, il suo essere così aperta.

C’e’ qualcosa che ti manca di New York ogni volta che la lasci?

Quasi tutto! Sicuramente la possibilità di poter andare nei miei locali preferiti (si vede che mi piace mangiare?) ed il fatto di essere sempre alla ricerca di qualche nuova attività o qualche nuovo avvenimento in città.

Motto e dove possiamo trovarti?

Carpe Diem

sta diventando il mio unico mantra ultimamente!

Mi trovate sul mio blog Tripvillage e sui miei canali social dove potete seguire i miei viaggi: Facebook  Instagram – Twitter.

Iscriviti alla newsletter